Soldato cieco, vede grazie alla lingua

Mar
20


Craig Lundberg, inglese di 24 anni, attraverso il dispositivo BrainPort può leggere parole, distinguere forme e camminare senza sostegno.Una tecnica pionieristica gli ha cambiato la vita, irrimediabilmente segnata dall’esplosione di una granata in Iraq che lo ha reso cieco.Oggi il soldato scelto Craig Lundberg, 24enne di Walton (Liverpool), riesce a “vedere” grazie alla lingua.Tifoso del Liverpool, giocatore nella nazionale inglese dei non vedenti, Craig è rimasto cieco nel 2007, dopo essere stato colpito da una granata rpg a Bassora. Inizialmente gli era stata esposta la prospettiva di trascorrere il resto della sua vita con un cane guida o un bastone. Ma il Ministero della Difesa lo ha scelto come prima “cavia” per sperimentare questo dispositivo innovativo, il cui intento è quello di rivoluzionare la vita dei ciechi.BrainPort trasforma le immagini visuali in una serie di impulsi elettrici che sono inviati alla lingua. La diversa forza degli stimoli può essere letta o interpretata, in questo modo chi lo utilizza può visualizzare mentalmente ciò che gli sta intorno e navigare intorno agli oggetti. “E’ come leccare una batteria da nove volt o come una caramella“, spiega Craig, “La telecamera invia i segnali al lecca-lecca e sulla tua lingua. Riesci a stabilire il loro significato e trasferirlo alle forme“.

 

206 Responses to “Soldato cieco, vede grazie alla lingua”

  1. fredrick ha detto:

    .

    ñïñ!!…

  2. Mark ha detto:

    .

    ñïàñèáî çà èíôó….

  3. oscar ha detto:

    .

    thanks for information….

  4. Francis ha detto:

    .

    ñïñ çà èíôó….

  5. angelo ha detto:

    .

    ñýíêñ çà èíôó!!…

  6. richard ha detto:

    .

    ñýíêñ çà èíôó….